La maggioranza non ha ragione

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Adam Thompson, nel 1842 a Cincinnati (Ohio), fu il primo negli Stati Uniti a riempire una vasca da bagno. I dottori pronosticarono reumatismi e problemi a tutti coloro che ne avrebbero fatto uso. A Filadelfìa si fece addirittura una legge che proibiva l'uso delle vasche da bagno dal 1° novembre al 1° marzo! Nello stato di Rhode Island si aumentarono le tasse sull'acqua per scoraggiare l'uso della nuova invenzione.

Tutti questi fatti, che si trovano nelle cronache dei giornali dell'epoca, dimostrano che la maggioranza non aveva ragione. Oggi, infatti, l'uso della vasca da bagno non è solo comune, ma è anche raccomandato!

Nel 1896, in Inghilterra una legge proibiva a qualsiasi veicolo a motore di procedere sulle strade carrozzabili ad una velocità che superasse gli 8 km orari. Come se non bastasse, un uomo con una bandiera rossa doveva mettere in guardia i passanti. Una velocità cosl "vertiginosà' era considerata dalla maggioranza un grosso pericolo, ma è evidente che la maggioranza non aveva ragione.

Antonio Meucci fu considerato pazzo quando presentò il suo primo telefono. Oggi la sua invenzione serve a collegare &a loro i continenti in tempo reale.

Jenner, che scoprì il principio del vaccino, fu addirittura insultato dai colleghi. Alcuni studiosi arrivarono a predire che tutte le malattie degli animali si sarebbero abbattute  sugli uomini. Moltissimi ne erano convinti, ma la maggioranza non aveva ragione.

Quando Westinghouse propose di fermare i treni con laria, fu considerato un folle.
Oggi i freni ad aria compressa sono una realtà.
Madame Curie esaminò tonnellate di materiali di rifiuto. Fu disprezzata per le sue ricerche sul radio, eppure diede origine alla grande battaglia contro il cancro.

Anche quando Gesù Cristo cominciò ad annunciare il suo messaggio di salvezza, perfino sua madre e i suoi fratelli lo presero per pazw. Egli annunciava che l'uomo è perduto e che ha bisogno della salvezza, ma la maggioranza non lo segul. Ed ebbe torto.

Oggi si sostiene che tutte le religioni vanno bene purché chi le pratica sia sincero e convinto. Si afferma che la verità non esiste e che ognuno ha diritto alla "sua verità". Guai ad affermare che la verità è unica e che si può conoscere, altrimenti si viene tacciaci di bigottismo e di intransigenza. La gente preferisce immaginarsi un Dio a misura d'uomo, un bonaccione al servizio di tutte le nostre esigenze. Ma il Signore ha detto: "1o sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me"'. Piuttosto restrittivo, no?

La Bibbia dice che tu hai peccato, e sai che questo è vero. Essa sostiene che il peccato merita un castigo, e tu sai che questo è giusto. Afferma anche che Gesù è venuto per espiare questo peccato, che è morto al tuo posto ed è risuscitato vittorioso dalla morte.

E allora? Allora è giunto il tempo che tu smetta di preoccuparti di quello che pensa la gente e di seguire la corrente. Comincia a pensare per conto tuo, a usare la tua testa. La tua salvezza dipende da ciò che Dio ha fatto per te in Gesù Cristo, solo in Lui e in nessun altro. Sei pronto ad andare contro corrente, a informarti, a capire?

Se sl, ti invieremo una parte della Sacra Scrittura per aiutarti a conoscere la verità di Dio.

Qui l'opuscolo in pdf

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri