Il nostro rapporto con Dio

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Cio' che possiamo professare, testimoniare, gridare, è che c'è una buona notizia. E questa buona notizia non è in una religione, in un superuomo, in un luogo di culto, ma in Gesu'. L'unico nome che ci è stato dato affinche' possiamo essere salvati. Il punto non è proclamare giusta la riforma, la controriforma, il punto è il nostro rapporto con DIO

Non il nostro rapporto con la religione, ma il nostro personale, intimo rapporto con DIO. C'è uno specchio, questo specchio è la Bibbia. Ci parla, ci nutre, ci interrroga su cio' che siamo, su cio' che dovremmo essere.

Sopratutto ci parla di Amore, di un amore che va al di la' della nostra ipocrisia. Lui ha sacrificato Suo Figlio, affinche chiunque crede in Lui non perisce ma sia salvato, ed anche se muore non morirà mai!!!!

********************************************************************************************

Carissimo Alex,non ho potuto fare a meno di fare il copia/incolla di queste tue bellissimee ed  incorraggianti parole che toccano il cuore.  Pure ho fatto copia/incolla anche della  tua preghiera , che viene dal cuore e che merita di essere sempre rivolta a Dio con  riverenza e umilta`.  Cerchero` di impararla a memoria perche` e` bella,sensibile e piena d`amore.  Grazie ancora per guidarmi con amore verso la salvezza.

Dio ti benedica grandemente Salvezza 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Ti ringrazio Salvezza, ma sopratutto ringrazio Dio se posso esserti stato d'edificazione. A Lui i meriti.
A noi il compito di: pazientare, amare come Lui ha amato, guardare Lui, testimoniare Lui, vivere innanzituto in noi quello che voglaimo predicare ad altri.
E poi, quando abbiamo fatto del nostro meglio, possiamo tranquillamente dire al Signore, ecco siamo servi inutili!!!

A Lui la Gloria.
Un abbraccio in Cristo, buona settimana.
Alex

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta