Poesie

Maschere

Quante maschere ho indossato
Celando il cuor malato
Sorrisi strappati al volto
Mimando farse mi distolgo
Un colpo di vento
Uno sprazzo di tempo
In Te avevo fede
Schiacciata sotto il piede
Palpebre chiuse erravo
In flutti di peccato annaspavo
D'improvviso occhi trafitti
Da barbaglio di luce
Dio a se mi riconduce.

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Dardi

SCOCCA I TUOI DARDI VELENOSI
SIANO ESSI INFIDI SPIETATI
LEDERANNO IL MIO CORPO
NON DIVERRA' IL MIO SPIRITO STERPO
LA MIA DIFESA ?

LA PREGHIERA
A DIO MI RIVOLGERO'
NEL SUO AIUTO CONFIDERO'

TI DIPARTIRAI DA ME
I TUOI OCCHI TEMONO LA SUA LUCE
ABORRI LO SPLENDORE DI DIO
DALLA SUA PRESENZA ABBAGLIATO
STORDITO CORRI DISORIENTATAMENTE

A NASCONDERTI NELLE PIU' VICINE TANE
O NELLE FESSURE PIU' INSANE

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Quanto peccati, ancora....

quanti peccati ho?
non lo so'
quanti ne' faro?
non lo so'
l'astuto titilla
gocce infami stilla
l'animo con lusinghe
e divenir pasto pingue
attirandoci nella sua tela
cio' che lui anela
saldo forte non cedero'
in Gesu' confidero'
anche nelle avversita'
Lui non ci abbandonera'.

SDP

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Indaffarato e ansimante

TI VEDO INDAFFARATO ANSIMANTE
COSA CERCHI? E' IMPORTANTE?
DA LIBRI CIRCONDATO
QUALCOSA HAI TROVATO?
ANCORA NIENTE
PERDO TEMPO SOLAMENTE

DA COSA SEI TURBATO?
SI! AL MIO CUORE HANNO BUSSATO
NELLA MENTE UN BRUSIO
UN NOME ECHEGGIA : DIO
QUINDI IN CERCA DELLA VERITA'
MA NON LA TROVI CERTO LA'
E' UN LIBRO MERAVIGLIOSO

L'AUTORE E' GLORIOSO
RENDERO' LEGGERO IL TUO AGGRAVIO
LEGGI : LA PAROLA DI DIO
CRISTO E' LA RISPOSTA
HAI PROBLEMI TUOI

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Scivolano le ore...

PASSA IL TEMPO INESORABILE LENTO
IN SILENZIO NON UN LAMENTO
NON FA' RUMORE
SCIVOLANO LE ORE
ECCOTI CANUTO VECCHIO
A STENTO PORTI IL SECCHIO
BRIVIDI PERVADONO LA MENTE
LA FINE RESTA SOLAMENTE
NON SAI IL DOPO
SON NATO A CHE SCOPO?
CHI HA VOLUTO IO NASCESSI?
MEGLIO IL MIO PARTO UN ECLISSI
IL CUOR MI DUOLE
E CIO' CHI LO VUOLE?
ECCO LA FINE DEL MIO VIAGGIO
DOVE PORRO' IL MIO ANCORAGGIO?
NON SO' NIENTE DEL DOPO
SOLTANTO FIABE DI ESOPO
COSI' ALACREMENTE
SPOLVERANDO NELLA MENTE
UN RICORDO CON RABBIA
IN SOFFITTO UNA BIBBIA
TROVERO' LI' LA SOLUZIONE

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Canto di un verme... inerme

nessuno lo ha insegnato
eppure con un insano senso
del male sono nato
eccomi braccato
dal vil peccato
potessi spodestarlo
il fetore del suo tarlo
mi sento inerme
a volte un verme
il peso mi trascino addosso
sopportar piu' non posso
il tuo amore ho violato
reciso profanato
paghero' l' infranto
non so' quando
si insinua ascosamente
il male nella mente
dolcezza avvincente
padroneggia dolcemente
il pensiero tarlando
Dio? dimenticato
Dio? accantonato
Dio? esiliato
chi e' Dio? dov' e' Dio?
non lo conosco io

facebook icona twitter iconawhatapps icona

L'appuntamento

certo non mento
puntuale all' appuntamento
non busso non avviso
chiudo il sospeso
un anno un mese un giorno
non dico ritorno
sono in libero arbitrio
navigo in mare vitreo
arrivo senza uno squillo
appartengo al settimo sigillo
nessuno sfugge alla mia sorte
sono invincibile la piu' forte
eccomi non perdono
indovina chi sono?
abbatto muri porte
si ! sono la morte
viaggero' con lei un giorno
partenza senza ritorno
e' passaggio obbligatorio
e' scritto giorno orario
ma non avro' paura
della valle oscura
lieve sara' questo dolore
appartengo al signore
lui mi guida mi ristora

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Nel fango

Stolto fui quel di'.
Cadere alle tue lusinghe.
Bugie sincere,
han reso ebbro il mio cuore.

Qual maschera vestisti,
per spogliare il mio animo.

Ignudo fui raccolto.
Tenue carezze al mio volto,
da Mano invisibile.

Oh Dio! Adorabile.
Pulendomi dal fango.
Felicemente piango.

Immenso sei Tu Signore.
Ami questo peccatore.

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Battaglie

Pesami il fardello del peccato .
Che vile sono stato .
In altre vie deviato .
Sentieri irti ho camminato .
Polvere ho ingoiato
Quante battaglie ho sopportato .
Quante sconfitte ho assaporato .
Graffi all'animo.

Un continuo lottar quotidiano,
in questo mondo insano.
Il male opprime, assilla.
A volte la fede vacilla.

In ginocchio, faccia a terra.
non ho perso la guerra.
Grazie, Tu non sei un Dio nascosto.
Nel mio cuore c'è ancora il Tuo posto.

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Nei Tuoi sentieri

Signore, asciuga questo pianto.
Di peccare sono stanco.
Che sia vano il pregare?

Attonito resto a guardare.
Mi sento un angelo caduto.
Dal senno perduto.

Confuso nel mondo ostile,
dal comportamento vile.

Esso carpisce dolcemente,
avviluppando la mente,
con fuochi fatui,
con dolci giuochi,
con ammalianti bugie.

Destami nelle tue vie.
Guida il mio camminare.
Guida il mio pensare.
Guida il mio guardare.
Guida il mio parlare.

Nei Tuoi sentieri ritornare.

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Poesie

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri