Vacanze finite, temprato il corpo, ma lo spirito?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Rientro stamani, volo (low cost) Trapani Roma, partenza ore 6,15. Raccomandazione, più vera e sentita che mai, al nostro Dio per la benedizione del viaggio, ed eccoci di ritorno.

20 giorni in una terra stupenda, gente molto ospitale, cibo ottimo e abbondante, forse troppo, anzi decisamente visto il volume aumentato con cui ritrovo il mio già ripieno involucro.

Quindi tutto bene, mare ovviamente stupendo. Però mi sento un po come una spugna secca, infatti, per una serie di circostanze, non ultima la pigrizia, non ho avuto modo di frequentare culti e la lettura, aimé, molto, troppo, sporadica.

Eccomi quindi temprato nel corpo ma non nello spirito, ringrazio Dio, comunque, sempre pronto, Lui si, a dissetare.

Nei pochi momenti di meditazione ne ricordo uno in particolare, una visita ad una Villa di Trapani, di cui ovviamente non ricordo il nome. In un angolo di questa Villa erano presenti, ben tenuti, svariati volatili ed uccellini, cigni, papere, etc.

La più piccolina (Sarah Gabriella) è letteralmente impazzita dalla gioia, correva e rincorreva quegli uccellini che di farsi prendere non erano certo concordi.

La più piccola era quella più meravigliata !!!

D'un tratto mi son tornate le parole del nostro Maestro, sul divenire piccoli, svuotati di malizia, pronti a restare meravigliati, a rincorrere e trovare rifugio e gioia nella preziosa "chioccia", all'ora più brividi si sono rincorsi sulla mia pelle, ed una lode ed un ringraziamento e salito al cielo, GRAZIE PADRE !!!

- Matteo 18.3

- 1° Pietro 2.1

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri