Consacrazione _ Cammino

La potenza della presenza del Signore

Un messaggio di speranza in questi tempi pericolosi Questo messaggio riguarda l'enorme potenza della presenza di Dio e di come i figli di Dio possono appropriarsi di questa potenza. Le Scritture mostrano innumerevoli esempi di come la presenza del Signore rende capace il Suo popolo di vivere per Lui. Uno dei più potenti esempi è la vita di Mosè.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Egli è il mio salvatore e il mio Dio - (Salmo 42:1-10)

Dio creò l’uomo per avere comunione con la Sua creatura: Lui stesso camminava nel giardino sul far della sera per incontrare Adamo.

Purtroppo il peccato ha rotto il filo diretto fra Dio e l’uomo non consentendo più la presenza del Santo, dell’Altissimo dinnanzi all’abominio della trasgressione.

La cacciata di Adamo e di Eva dal giardino d’Eden fu l’inevitabile conseguenza del loro sconsiderato gesto di disubbidienza (Genesi 3:24).

facebook icona twitter iconawhatapps icona

La guerra privata di un santo

Il libro dell'Apocalisse ci narra che negli ultimi giorni, Satana si leverà con rabbia e farà guerra "al rimanente". Questo rimanente, naturalmente è il corpo di Cristo composto da coloro "... che osservano i comandamenti di Dio e custodiscono la testimonianza di Gesù."
(Apocalisse 12:17).

Nella chiesa di Cristo parliamo spesso della guerra spirituale; la guerra che viene descritta in Apocalisse è un attacco a livello mondiale che Satana ha lanciato contro il corpo di Cristo: "Le fu pure dato di far guerra ai santi ..." (13:7).

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Le quattro colonne della vita cristiana

“Ed erano perseveranti nell’attendere all’insegnamento degli apostoli, nella comunione fraterna, nel rompere il pane e enelle preghiere” (Atti 2:42).

  1. La Bibbia (insegnamento degli apostoli)
  2. La chiesa (comunione fraterna)
  3. La testimonianza (rompere il pane)
  4. La preghiera.

Nella vita naturale abbiamo bisogno di cibo, respiro, casa e lavoro. Nelle vita spirituale, il cibo è la Bibbia, la Parola di Dio, il respiro è la preghiera, la casa è la chiesa e il lavoro è la testimonianza.

Fonte: Orizzonti Infiniti

facebook icona twitter iconawhatapps icona

L'altro mondo

Dio e il mondo spirituale sono reali e possiamo contare su di loro con la stessa sicurezza con cui contiamo sul mondo familiare che ci circonda. ...
Noi abitualmente pensiamo che il mondo visibile è reale, dubitando della realtà di qualunque altro. Non neghiamo l’esistenza del mondo spirituale, ma dubitiamo che sia reale nel senso universalmente accettato del termine. ...

L’oggetto della fede dei cristiani è la realtà che non si vede. ...
Dobbiamo spostare il nostro interesse dal visibile all’invisibile. Perchè la grande Realtà invisibile è Dio.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Tutto in Lui

L'eposizione dottrinale di Paolo

Romani: giustificazione in Cristo
Corinzi: santificazione in Cristo
Galati: liberazione in Cristo
Efesini: unità in Cristo
Filippesi: felicità in Cristo
Colossesi: completezza in Cristo
Tessalonicesi: gloria in Cristo


Il tutto è dato in Cristo, quindi nel momento della conversione, ma ne diventiamo consapevoli progressivamente, durante la nostra crescita spirituale.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Non sprecare la tua vita

Sto leggendo questo libro, ne consiglio la lettura!
Un piccolo passaggio che, per il sottoscritto, fa capire bene il tema del libro e lo scopo per cui l'autore l'ha scritto.

"Questo per me fu il culmine di tutto, il punto di svolta. Qual'era il senso della vita? Quale ne era lo scopo? Perche esisto? Che ci faccio qui?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Vivere Cristo. Pensaci

L'apostolo Paolo scrive: "La grazia di Dio, salvifica per tutti gli uomini, si è manifestata, e c'insegna a rinunziare all'empietà e alle passioni mondane, per vivere in questo mondo moderatamente, giustamente e in modo santo, aspettando la beata speranza e l'apparizione della gloria del nostro grande Dio e Salvatore, Cristo Gesú" (Tito 2: 11-13); &q

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Si ripara la porta del letame...

«Malkijah,figlio di Rekab, capo del distretto di Beth-Hakkerem, riparò la porta del Letame; la costruì, e vi mise i suoi battenti, le serrature e le sbarre» (Nehemia 3:14).

L‘incarico di riparare la porta del Letame venne affidato a uno dei sette capi che vengono menzionati nel capitolo 3 di Nehemia. I nomi di questi capi sono:

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Il Vangelo degli emarginati

Luca 15 è stato soprannominato; Il Vangelo degli emarginati;.Per secoli questo capitolo è stato visto come la parola di Dio per coloro che erano caduti; e un messaggio per tutti quelli che si sono sviati a Cristo, che una volta furono trovati ma ora sono perduti, che possono essere legati da un peccato incallito.

Chi è esattamente un emarginato? In Luca 15 gli emarginati sono coloro
che sono stati respinti come fallimenti dalla società e dalla chiesa, includendo coloro che si sentono respinti da Dio a causa di un fallimento morale.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Consacrazione _ Cammino

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri