CHAMBERS Oswald

Il ministerio dell’intercessione

«Ma voi siete...un real sacerdozio» (1 Pietro 2:9)

Con quale diritto possiamo diventare un "real sacerdozio"?
Solo per il tramite dell'espiazione di Gesù.
Siamo pronti ad essere messi da parte per poterci lanciare nel lavoro sacerdotale della preghiera?
Il continuo lavorio interiore per scrutare e controllare se siamo come dovremmo essere, genera un tipo di cristianesimo morboso ed egocentrico, che non ha niente a che fare con la vita semplice e robusta del figliuolo di Dio.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Continui a camminare con Gesù?

Or voi siete quelli che avete perseverato con me nelle mie prove - Luca 22:28 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

L’acqua che Io gli darò, diventerà in lui una fonte...

L'immagine che il Signore ci pone davanti non è quella di un canale, ma di una fonte.
Se "ci facciamo riempire" del continuo, la dolcezza della relazione che abbiamo con Gesù, fluirà da noi con l'abbondanza con cui l'abbiamo ricevuta.
 
Se ti accorgi che la tua vita non fluisce da te come dovrebbe, la colpa è tua; c'è in te qualcosa che ha ostruito il flusso.
Mettiti a diretto contatto con la Sorgente e poi ... sarai tu a ricevere benedizioni personali?
No, perchè da te sgorgheranno fiumi d'acqua viva, di vita che non può essere repressa.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

L'ispirazione dell'iniziativa spirituale

«Perciò dice: Risvegliati, o tu che dormi, e risorgi dai morti, e Cristo t'inonderà di luce» (Efesini 5:14)

Non tutte le iniziative sono frutto dell'ispirazione divina.
Può esserci qualcuno che ti dice:"Forza, prendi la tua apatia per la gola, cacciala via e tuffati nell'azione!", ma non si tratterà che di un'ordinaria iniziativa umana.
Se invece è lo Spirito di Dio che viene a dirci:"Forza!", allora ci accorgiamo che l'iniziativa è ispirata.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Dominio morale

La morte non lo signoreggia più... ma "il suo vivere è un vivere a Dio. Così anche voi fate conto di essere morti al peccato, ma viventi a Dio, in Cristo Gesù" (Romani 6:9-11)

Vita eterna insieme con Cristo.
La vita eterna era quella che Gesù viveva sul piano umano, ed è la stessa vita, non una copia di essa, che si manifesta nella nostra carne morale quando siamo nati da Dio.
La vita eterna non è un dono che proviene da Dio, ma è Dio che ci ha dato in dono.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Immaginativa o ispirazione?

Semplicità... rispetto a Cristo (2 Corinzi 11:3)

Nella semplicità sta il segreto per vedere le cose con chiarezza. Al credente può occorrere molto tempo per pensare con chiarezza, ma egli non deve avere nessuna difficoltà a vedere con chiarezza. Non puoi dissipare una nebulosità spirituale mediante il pensiero, devi dissiparla con l'ubbidienza. Nelle questioni intellettuali uno sforzo del pensiero può illuminarti, ma nelle questioni spirituali, più pensi e più sprofondi nella nebbia.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Esaurimento.. spirituale

L'Eterno è l'Iddio d'eternità

Non lo sai tu? non l'hai tu udito? L'Eterno è l'Iddio d'eternità, il creatore degli estremi confini della terra. Egli non s'affatica e non si stanca; la Sua intelligenza è imperscrutabile (Isaia 40:28)

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Discussione oppure ubbidienza?

Evitiamo di discutere sulla parola di Dio, ubbidiamola!
CHAMBERS Oswald

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Qual'è il beneficio della preghiera?

Signore, insegnaci a pregare (Luca 11:1) La preghiera non è parte integrante della vita dell'uomo naturale. Ci vien detto che l'uomo che non prega soffrirà nella vita; io lo contesto. Ciò che ne soffre è piuttosto la vita di Cristo in lui, vita che riceve nutrimento non dal cibo, ma dalla preghiera. Quando uno è nato da alto, nasce in lui la vita del Figlio di Dio; si può far morire d'inedia questa vita, oppure si può nutrirla, e il nutrimento è la preghiera.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Non diminuiamo la potenza di Gesù

«Donde hai dunque cotest'acqua viva?» (Giovanni 4:11)

 "Il pozzo è profondo" diceva la donna Samaritana; infatti lo è, e molto più di quel che lei immaginasse.

Pensa alle profondità della natura umana, o della vita umana, pensa alle profondità dei "pozzi" che stanno dentro di te.

Hai forse agito in modo da limitare il ministerio di Gesù, così che Egli non ha potuto fare nulla?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a CHAMBERS Oswald

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri