Non diminuiamo la potenza di Gesù

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
«Donde hai dunque cotest'acqua viva?» (Giovanni 4:11)

 "Il pozzo è profondo" diceva la donna Samaritana; infatti lo è, e molto più di quel che lei immaginasse.

Pensa alle profondità della natura umana, o della vita umana, pensa alle profondità dei "pozzi" che stanno dentro di te.

Hai forse agito in modo da limitare il ministerio di Gesù, così che Egli non ha potuto fare nulla?

Supponi che nel tuo cuore vi sia un pozzo di profonda miseria e che Gesù venga e dica:"Il vostro cuore non sia turbato", e che tu scrolli le spalle e dica di rimando : "Ma Signore, il pozzo è profondo, non puoi attingere pace e conforto!"

Infatti Egli non ve li attingerà, ma ve li immetterà dall'alto; Gesù non trae nulla dalle profondità della natura umana.

Ricordare le opere che ammettiamo abbia fatto per noi nel passato il Santo d'Israele, e poi concludere:"Ma questo, sono certo che non può farlo", equivale a prendersi l'arbitrio di pensare che Egli abbia dei limiti e di stabilirli.

Nulla offende tanto l'Onnipotente quanto il non credere, come discepoli di Gesù, alla Sua Onnipotenza. Dimenticare che Egli è onnipotente è impoverire il Suo ministerio; ma l'impoverimento è in noi stessi, non in Lui.

Cerchiamo e troviamo in Lui il Consolatore, Colui che simpatizza con noi e trovare in Lui l'Onnipotente.

La ragione per cui tanti di noi sono dei campioni così miseri di cristianesimo è proprio questa: non crediamo in un Cristo Onnipotente; pur possedendo attributi ed esperienza di cristiani, non siamo capaci di abbandonarci fiduciosi a Gesù Cristo; trovandoci in circostanze difficili, stabiliamo i limiti del Suo potere dicendo:"Certamente non può farci nulla", e scendiamo con fatica nelle profondità di noi stessi per attingervi l'acqua.

Stiamo attenti a non cedere alla soddisfazione di dire, sprofondando:"Hai visto che avevo ragione? Non si può fare nulla".

Tu sai che invece si può, se ti rivolgi a Gesù.

Il pozzo della tua insufficienza è profondo; ma tu, fai uno sforzo e rivolgi lo sguardo a Lui.

 

Tratto dal libro: "L'impegno per l'Altissimo" di Oswald Chambers edizioni GBU

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri