L'otto per mille, cos'è? A chi darlo?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

In questi giorni si parla molto dell'8 per mille, ma cos'è?

Cos'è l'otto per mille

Ogni cittadino che presenta la dichiarazione dei redditi può destinare l'8 per mille del gettito IRPEF a sette diversi enti: l’Unione delle chiese metodiste e valdesi, la Chiesa evangelica luterana in Italial’ Unione delle Chiese cristiane avventiste del 7° giorno, le Assemblee di Dio in Italia, l’Unione delle  comunità ebraiche Italiane, lo Stato, la Chiesa cattolica.

In realtà il contribuente non destina effettivamente il proprio gettito: la quota 8 per mille di ciascun contribuente, infatti, confluisce in un fondo unico che viene ripartito tra i vari destinatari ammessi in proporzione alle firme ricevute.

Alcuni destinatari – oggi soltanto la Chiesa cattolica, lo Stato, la Chiesa evangelica luterana in Italia, l'Unione delle comunità ebraiche italiane, l'Unione delle chiese cristiane avventiste – partecipano anche alla ripartizione dei fondi non destinati in ragione della percentuale di firme espresse a loro favore.

Qualora il contribuente non sia tenuto alla presentazione della dichiarazione, può comunque effettuare ugualmente la scelta della destinazione dell'8 per mille consegnando il CUD in una busta chiusa agli enti preposti alla raccolta (poste, banche etc…).

A chi dare l'8 per mille?

Come abbiamo visto non si destina direttamente l'8 per mille, ma la propria scelta servirà ad individuare a chi e in quale proporzione destinare l'8 per mille alle organizzazione citate.

E' interessante notare che anche l'8 per mille di contribuenti che non fanno scelte viene destinato e ridistribuito agli enti descritti in maniera proporzionale alle scelte fatte da chi ha firmato. Non rimane, quindi, esclusivamente allo Stato.

Chi avesse questa intenzione, lasciare il suo 8 per mille allo Stato Italiano, dovrà firmare per quella voce.

Personalmente ho firmato a volte per le Chiese Avventiste a volte per le ADI. Quest'anno, dopo aver visto questa loro pubblicità, ho scelto di destinarlo alle chiese valdesi.

http://www.ottopermillevaldese.org/ 

(allegato il testo della legge 222/85)

AllegatoDimensione
PDF icon legge222_85.pdf66.3 KB

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Alcuni progetti realizzati

"Solo gioco": Intervento a favore dei bambini vittime del terremoto in Molise, con l'invio di educatori che hanno cercato di aiutarli a superare la drammaticità dell'evento attraverso attività ludiche e non solo.

"Giardino Terapeutico": Sostegno per la creazione di un giardino terapeutico in una casa di riposo di Roma dove l'utilizzo professionale della terapia d'ambiente ha dato risultati significativi nel trattamento di problemi comportamentali, del declino delle capacità funzionali e della memoria.

"Due parole": Un contributo per la pubblicazione di "Due parole", mensile d'informazione di facile lettura. I suoi articoli sono scritti in una lingua molto chiara, semplice e precisa. E' rivolto a studenti stranieri che seguono corsi di lingua italiana di livello iniziale, in Italia o all'estero; a chiunque abbia poca familiarità con la lingua italiana, soprattutto scritta; a studenti della scuola dell'obbligo che hanno difficoltà di comprensione dei testi, soprattutto scritti; a giovani e adulti che, dopo la scuola dell'obbligo, leggono poco perché non trovano testi informativi adeguati alle loro reali capacità linguistiche e cognitive.

"Tsunami": Un aiuto ai bambini del Sud Est asiatico colpito dal maremoto. I soldi sono stati versati alla Protezione Civile che li ha utilizzati per la ricostruzione di sei centri materno-infantili, per l'assistenza alle partorienti e ai neonati nell'area di Matara (Sri Lanka del sud).

"Formazione": Progetto dell'Associazione Donne Ebree Italiane, richiesto e cofinanziato dalla Regione Toscana per organizzare dei corsi di formazione per insegnanti: un nuovo modo di affrontare le difficoltà di integrazione degli alunni stranieri nella scuola.

"Turismo per tutti": Sostegno alla Fondazione Città del Sole per il progetto "Turismo per tutti" una struttura per il tempo libero e le vacanze in grado di accogliere insieme alle loro famiglie persone con disagio fisico, psichico e sensoriale.

"Shylock": Un contributo al Centro teatrale dell'Università Ca' Foscari di Venezia, "Shylock" associazione culturale finalizzata alla diffusione del pensiero e delle innovazioni tecnico-artistiche nel campo dello spettacolo: l'associazione propone -in particolare agli studenti universitari- laboratori di formazione e sperimentazione, organizza rassegne, realizza progetti di ricerca e produzione.

"Ospedale": Un finanziamento per la realizzazione di una nuova camera operatoria nell'Ospedale Israelitico di Roma, una struttura sanitaria pubblica aperta a tutti.

"Razzismo e Italia": Indagine curata da Enzo Campelli, direttore del dipartimento di ricerca sociale e metodologia sociologica dell'Università La Sapienza di Roma. L'inchiesta è stata realizzata attraverso 2.200 interviste faccia a faccia a giovani tra i 14 e i 18 anni, lavoratori, studenti o "drop out", scelti dagli elenchi anagrafici di 110 comuni italiani. La ricerca ha concentrato la sua attenzione sull'atteggiamento giovanile
rispetto a tre categorie: immigrati, ebrei e musulmani

Ritratto di alex

Per l’uso dei finanziamenti che lo Stato italiano mette a disposizione della nostra Chiesa è responsabile il Sinodo. La sua composizione, che comprende rappresentanti di tutte le comunità dalla Sicilia all’Alto Adige, laici e pastori, garantisce un adeguamento alle necessità locali e nazionali. Corrisponde alla teologia luterana la regola di rendere responsabili le comunità locali, cui va il 60% dei fondi a disposizione. I Consigli di Chiesa sviluppano progetti o collaborano ad iniziative di tipo culturale o caritativo. Questo può significare il sostegno a giovani scrittori (Napoli), l'offerta della colazione a poveri (Roma) o la cura d’anime ai turisti.

Per allargare lo sguardo al di là del proprio campanile il Sinodo affida la gestione del rimanente 40% al Concistoro. Nessuna comunità, altrimenti, sarebbe in grado di sostenere da sola il lavoro del centro sociale e della scuola sul Golfo di Napoli o l'attività teologico-ecumenica del Centro Melantone. In caso di catastrofi umanitarie o per progetti nazionali la CELI collabora con la FCEI (Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia), dando un particolare sostegno all'attività da questa svolta a favore degli immigrati.
Per quanto riguarda i progetti all’estero, la nostra chiesa si rimette a partner internazionali come il Martin Luther Bund, la Federazione Luterana Mondiale ed il Gustav Adolf Werk, che garantiscono coi loro progetti, un accurato uso dei fondi.
Un panorama sulla suddivisione dei fondi decisa dal Sinodo è ricavabile dai resoconti, consultabili dal link della colonna a sininùstra di questa pagina. 


Con l’Otto per mille la CELI vuole:

  • Dare un contributo concreto nel campo dell'assistenza sociale, della missione e della cultura nel contesto locale e nazionale;
  • Sostenere e incrementare la sua presenza specifica nel contesto religioso e culturale italiano;
  • Operare nell'ambito italiano sulla base dei suoi valori fondanti: libertà di coscienza del credente; lettura e studio della Bibbia; partecipazione attiva alla vita sociale e civile all'insegna del pluralismo 
Ritratto di alex

Nel 1993 le chiese valdesi e metodiste hanno deciso di avvalersi della legge e di accedere alla riscossione dell’8 per mille dell’IRPEF. Nel prendere questa decisione il sinodo ha fissato però un criterio guida. Ha stabilito che la somma ottenuta non fosse utilizzata per fini di culto, non servisse cioè al mantenimento dei pastori e delle attività cultuali della chiesa, ma unicamente per progetti di natura assistenziale, sociale e culturale e che una quota corrispondente al 30% dell'importo totale fosse riservata a progetti nei Paesi in via di sviluppo, in collaborazione con organismi internazionali religiosi e laici.
 
Presso OPM Informa troverete notizie aggiornate sui progetti finanziati negli ultimi anni, mentre i rendiconti annuali della gestione dell'Otto per Mille della Chiesa Valdese li troverete nella finestra adiacente a questo testo.

 

Ritratto di alex

C'e’ una opportunita’ per fare del bene ai poveri, ai bambini delle zone disastrate dalla guerra, ai profughi, agli anziani, agli emarginati, ai tossicodipendenti e a quanti, di qualsiasi razza, nazione o religione, hanno urgente bisogno di assistenza.

Le Assemblee di Dio in Italia, per mezzo del S.E.A.S., il Servizio Evangelico di Assistenza  Sociale, raggiungono molti nel bisogno utilizzando i fondi derivanti dall'otto per mille  dell'IRPEF.

L’OPERA DI AIUTO UMANITARIO SVOLTA DALLE ‘ASSEMBLEE DI DIO IN ITALIA’
Il S.E.A.S. promuove e sostiene programmi di aiuto in vari Paesi del mondo con progetti nei  settori alimentare, medico, sociale e scolastico, in particolare,  a favore delle popolazioni dell’Asia e dell’Africa e laddove si verificano situazioni di  emergenza umanitaria.
In Italia il S.E.A.S. interviene per l'Istituto Evangelico Betania-Emmaus, impegnato  nell’assistenza all’infanzia e agli anziani; l'Istituto Evangelico Betesda, struttura per anziani;  il Centro Kades, comunita’ terapeutica per il recupero e la riabilitazione di quanti hanno  problemi di dipendenza da droghe, alcool e medicinali.

COME ASSEGNARE IL PROPRIO ‘OTTO PER MILLE’ ALLE ASSEMBLEE DI DIO IN  ITALIA
A quanti ricevono i modelli C.U.D. (ex 101, 201, certificati dipensione...) e non sono tenuti  a presentarli, suggeriamo di attenersi alla seguente procedura:
1. Firmare la copia del modello nella casella: ASSEMBLEE DI DIO IN ITALIA
2. Firmare in fondo alla copia del modello dove e’ scritto: ‘FIRMA’
3. Inserire la copia in una busta dove deve essere scritto: ’SCELTA PER LA DESTINAZIONE
DELL’OTTO PER MILLE DELL’IRPEF’, oppure munirsi della busta prestampata reperibile  presso tabaccai o negozi specializzati
4. Sulla busta che sara’ utilizzata scrivere il proprio codice fiscale, cognome, nome e  indirizzo
5. Consegnare la busta chiusa allo sportello di una banca o di un ufficio postale dopo  averla debitamente firmata in corrispondenza dei lembi di chiusura.
Nel caso che venga presentato il Modello 730 o Unico (ex 740), compilare l’apposito  modulo che si trovera’ all’interno dello stesso e inserirlo nella busta di cui sopra.
Ricorda che se non firmi o non consegni i Modelli, la tua quota sara’ comunque  amministrata da altri.
Se, invece, credi che questa sia una possibilita’ per fare del bene direttamente a quanti  hanno bisogno, attraverso i nostri programmi di aiuto umanitari, allora firma e invita altri a  firmare.
 
Le scelte non determinano un aumento delle imposte da pagare
Ritratto di alex

Vincenzo Annunziata – Con lo slogan “Costruiamo speranze. La tua firma per la Chiesa Cristiana Avventista: una, molte, tante vite che ritornano a sognare”, è partita la campagna otto per mille della denominazione. Da molti anni siamo impegnati nello sviluppo di iniziative umanitarie e assistenziali. Abbiamo costruito case, strade, scuole, orfanotrofi, ospedali e realizzato interventi sociali in favore dei poveri, degli emarginati, delle vittime delle dipendenze. Promuoviamo anche la cultura della salute, sosteniamo la ricerca scientifica, organizziamo campagne per una sana alimentazione e per la prevenzione delle malattie.
Con i fondi dell’otto per mille, la Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno fino ad oggi è riuscita a fare molto, ma i bisogni sono ancora tanti e chiedono soluzioni concrete. Il nostro impegno non ha confini: Italia, Europa dell’Est, Africa, America del Sud. Dove possiamo, cerchiamo di intervenire, offrendo un sostegno concreto e una speranza per un’esistenza diversa. Anche quest'anno, l'ente Osa (Opera Sociale Avventista), ha dato il via alla campagna pubblicitaria relativa all'otto per mille decidendo di non investire in canali pubblicitari esterni, come giornali, radio e riviste, utilizzando solo Internet per una mini campagna al fine di devolvere quanto più possibile ai progetti. E nell'ottica del risparmio è stata ripresa una vecchia immagine della pubblicità, i guantoni, inserendo qualche elemento di continuità e di novità rispetto ai progetti passati. Gli interventi m essi in atto attraverso il contributo dell'otto per mille sono, direttamente o indirettamente, a beneficio della persona. I soldi destinati alla Chiesa Avventista serviranno così a migliorare la qualità della vita della gente.
Vi invitiamo a prendere visione dei progetti che sono stati finanziati fino a oggi, consultando il sito web: www.ottopermilleavventsti.it
Purtroppo, non tutti firmano per l'8 per mille perché non presentano la dichiarazione dei redditi e quindi le scelte non espresse sono suddivise percentualmente in base alla quantità delle scelte espresse. Succede così che a beneficiare maggiormente sono sempre i soliti. Ricordiamo che anche chi è esente dalla presentazione può consegnare la busta con la scelta dell'otto per mille senza alcun aggravio di spese.
Comunque, visto che finora è stato fatto tanto per l'otto per mille, questa volta l’otto per mille farà qualcosa per coloro che lo vorranno. Iscrivendosi on-line alla newsletter sulla salute pubblicata mensilmente dalla Lega Vita e Salute, si potrà ricevere gratuitamente a casa il kit video "La salute è servita", un video-corso di cucina mediterranea.
Contiamo su di te quest'anno. Ci aiuti? Info: www.ottopermilleavventisti.it

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri