Efesini - note

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Autore: l’apostolo Paolo
Data di composizione: circa 62 d.C. (dal carcere, da Roma).
Parola chiave: “in Cristo”.

Note varie:
  • In Romani abbiamo la posizione del credente in Cristo, morto e risorto con Lui. In Efesini ci viene insegnato che il credente è seduto nei luoghi celesti in Cristo Gesù.
  • Romani finisce con un riferimento alla rivelazione del “mistero”, Efesini ce lo rivela: i singoli peccatori tra i Giudei ed i Gentili sono stati chiamati a formare “la chiesa che è il Suo corpo” (1:23) e che deve essere “a lode della gloria della Sua grazia” (1:6) per l’eternità (2:7) e una “lezione” per i principati e le potestà nei luoghi celesti (3:10) del proposito glorioso di “raccogliere sotto un sol capo, in Cristo, tutte le cose”, in una dispensazione di pienezza dei tempi (1:10).

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri