Aggiungi un commento

Maldicenza? No, grazie!

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Maldicenza:
Pratica, in abominio al Signore, che consta in una bocca che parla ed un orecchio che ascolta. Ebbene è necessario considerare, per debellare questo peccato dalla nostra vita, non tanto chi pronuncia maldicenza, piuttosto quanto questa ci è gradita!

Le parole del maldicente sono come bocconcini prelibati, e scendono fino nell'intimo delle viscere - Proverbi 26.22 e 18.8

Appena questo bocconcino ci è presentato, e ora comprendiamo com'è piacevole per ognuno, nessuno escluso, possiamo, però, dire: "no grazie!".

Aiuteremo noi stessi, e il fratello o la sorella che ha cucinato il "prelibato" piatto. E, questo aiuto, potrà esserci ricambiato nelle prossime occasioni.

Ecco una dieta efficace contro.... una moltitudine di peccati.
 
Nella pratica si può:
- Affrontare direttamente la questione, sottolineando il pericolo in cui si sta scadendo;
- Cambiare discorso, evidenziano, in tal modo, la necessità di non continuare in quel terreno sdrucciolevole;
- Etc..

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri