Aggiungi un commento

3 brave persone all'inferno

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

GIOVANNI era un bravo commerciante. Trattava bene fornitori e clienti e era considerato onesto. Sua moglie gli voleva bene e i figli erano bravi a scuola.

In chiesa ci andava tre volte all'anno, Natale, Pasqua e Ognissanti. Però, voleva che la famiglia praticasse la religione. Diceva: "lo sono un ateo praticante. Vado in chiesa, ma non ci credo. lo rispetto Dio e Lui rispetta me. A ognuno il posto suo". "Giovanni, tu sei una gran brava persona" gli disse un giorno un cliente, "ma lo sai che la vita non finisce qui? Hai mai pensato che c'è un aldilà e che in questa vita si decide dove passeremo l'eternità? li Vangelo dice che ... "

Giovanni lo interruppe: "Per la fede e la religione bisogna esserci tagliati. Non faccio male a nessuno, non ammazzo e non rubo. Dopo morto, si vedrà".
"Ma ... " continuò il cliente.
"Per favore. Parliamo d'altro."
Questione chiusa....

Continua qui
 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri