Aggiungi un commento

Ritratto di alex

Gesù, esclamò: ?Se qualcuno ha sete, venga a me e beva?. (Giovanni 7:37) L'acqua che io gli darò, diventerà in lui una fonte d'acqua che scaturisce in vita eterna. (Giovanni 4:14)

LA FONTE DELLE FANCIULLE

Nella Roma antica esisteva una sorgente chiamata Fons puellarum, cioè Fonte delle fanciulle. La si poteva vedere uscire dalla terra, aprirsi una strada, allargarsi, e infine arrivare al Tevere. Ma, nel corso dei secoli, tonnellate di detriti di ogni genere hanno ricoperto il sito della sorgente che finì con l'otturarsi. Qualche anno fa furono intrapresi gli scavi dei siti storici di quel quartiere di Roma. Strato dopo strato, i detriti furono rimossi. Picconi e pale lavoravano in profondità quando un mattino un colpo di piccone fece sgorgare un getto d'acqua pura come il cristallo. L'acqua si mise allora a scorrere come nei giorni di un tempo. Non c'è forse un'analogia con il nostro stato spirituale? Poco per volta la sorgente fresca della vita divina che colava attraverso noi e rinfrescava gli altri è diventata soltanto un rigagnolo di acqua intermittente, poi si è inaridita. Che cosa è successo? Come se fossero macerie, in noi si sono ammassati tanti pensieri impuri e tentazioni alle quali non abbiamo saputo resistere, tanto che la vera sorgente non ha più potuto colare. Ma, mediante lo Spirito Santo che agisce nei nostri cuori, possiamo liberarci dai rifiuti che vi si sono accumulati. Mediante questo giudizio di noi stessi, apriremo allora un nuovo passaggio all'acqua pura che viene dalla sorgente divina.

Fonte:paroledivita.org

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri