Aggiungi un commento

Ritratto di alex

Liberato dalla droga
2 Corinzi 5:17, 18

La mia prima esperienza con la droga, l'ho fatta all'età di tredici anni: prima gli spinelli, poi la siringa...
Mi sentivo misero e senza forza per uscire da questa schiavitù.
A diciannove anni ho tentato il suicidio gettandomi sotto un autobus, ma il conducente è riuscito ad evitarmi.
Allora mi sono messo a piangere. Singhiozzando dicevo: "O Dio! O Dio!"
Ed ecco che, dopo aver girovagato senza mèta, mi sono trovato davanti a una chiesa, con la sensazione che fosse stato Dio a rispondermi spingendomi verso quella direzione.
La porta era chiusa, e, proprio nel momento in cui me ne stavo andando, ho sentito qualcuno gridare: "Giovanotto, venga qui!"
L'uomo anziano che mi chiamava mi ha subito ispirato fiducia. Mi ha preso sotto braccio e mi ha portato a casa sua, poco distante.
"Che problema hai?", mi chiese.
"Sono schiavo della droga, e sono incapace di liberarmene".
Egli prese la sua Bibbia e mi lesse il seguente testo dell'Apocalisse: "Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me" (3:20).
"Suppongo che tu desideri essere salvato" - mi disse.
"Non capisco ciò che lei voglia dire, ma ho bisogno di essere aiutato".
"Bene, allora preghiamo".
Dio ha risposto alle preghiere di quell'uomo, e io sono diventato un uomo nuovo, poiché Dio mi ha perdonato e mi ha liberato.

Tratto dal calendario "IL BUON SEME" - edizioni "il Messaggero Cristiano" - Via Santuario, 26 - 15048 Valenza (AL) - www.messaggerocristiano.it

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri