Aggiungi un commento

Ritratto di alex

Grazie per la segnalazione di queste informazioni che ben conosciamo, essendo proprie delle teologie geoviste che più volte sono state analizzate e spesso confutate.

D'altronde l'uso della logica umana spesso utilizzata dai TdG per spiegare le proprie dottrine, oltre all'uso di fonti extrabibliche o di cosidetti esperti, può condurci lontano dalla verità, anche quando non è logicamente e umanamente comprensibile.

Per esempio riporti l'informazione ufficiale del sito ufficiale della Watchtower:
Gesù poteva essersi risuscitato da solo? No, perché secondo la Bibbia i morti “non sono consci di nulla”. (Ecclesiaste 9:5) Fu “il solo vero Dio”, il Padre celeste di Gesù, a risuscitare suo Figlio. — Atti 2:32; 10:40

Eppuri la Torre di Guardia dimentica di riportare, per esempio, le parole di Gesù in Giovanni 10:17
perché io depongo la mia vita per prenderla di nuovo. Nessuno me la toglie, ma la depongo da me stesso; io ho il potere di deporla e il potere di prenderla di nuovo;

E' vero Dio ha riuscitato Gesù!,
E' vero che Gesù ha ripreso da solo la propria vita!
E quindi? E' incomprensibile? Si, è per noi incomprensibile.

E molti altri etc, ben riassunti in questo stesso opuscolo qui presente.

Vi sono altri aspetti di Gesù che sono davvero peculiari e interessanti. Per esempio Lui stesso si chiama Figlio di Dio ma anche Figlio dell'Uomo. Perchè?

Ti invito a scoprirlo ascoltando questa interessante meditazione al riguardo:
Qui il file mp3.

Il Figlio, davverò un regalo immeritato!
Interessante scoprire che, centinaia di anni prima della venuta di Gesù, era già promulgata questa parola profetica:

Rendete omaggio al Figlio, affinchè l'Eterno non si adiri e voi non periate nella vostra vita - Salmo 2:12

Gesù stesso a conclusione del suo colloqui con Nicodemo affermò: "chi crede in Lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato"  - Giovanni 3:18

Con questa parole Gesù voleva annunciare che l'unica strada per evitare il giudizio di Dio e passare dalla morte alla vita è la fede il Lui, il Figlio Dio (Giovanni 5:24).
Rendere omaggio al Figlio significa riconoscere chi veramente Egli è. Accettare il Suo dono di salvezza, ci sotrarrà all'ira di Dio, ci eviterà di essere sottoposti al Suo giudizio e ci porterà a non "perire nella nostra vita".

Una buona notizia che va oltre le organizzazioni religione umane che promettono salvezza se ci si adegua alle loro dottrine. Questo meraviglioso annuncio,  che già nel libro dei salmi prefigurava l'opera mediatrice del Figlio, ci arriva dal Padre stesso e da quello che avrebbe inviato sulla terra.

Ed è questo l'invito, rivolto ad ognuno di noi, riconoscere quest'opera attraverrso la fede.

- siamo peccatori, separati da Dio
- Dio stesso ha pensato un modo per riavvicinarci a Lui, è una grazia immeritata scaturita dal Suo amore.
- Cristo è il sostituto alla croce
- Gesù vuole prendere il tuo posto nella condanna

Afferriamo questo concetto, di più: facciamo nostra la salvezza in Cristo, il resto lasciamolo a ciò che brucerà...

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta