Aggiungi un commento

La potenza purificante e guaritrice del Suo sangue

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Era la notte prima della crocifissione di Cristo. Gesù aveva riunito i suoi discepoli in una sala posta in alto per prepararli alla sua dipartita dalla terra; dopo aver condiviso insieme la cena, il Signore prese un asciugatoio e si mise a lavare i loro piedi.
 
Quella sera Gesù disse a questi devoti seguaci che stava per essere "innalzato" (intendendo crocifisso) dalle mani di uomini malvagi.

Quando lo disse loro, Egli stava preavvisandoli di quanto stava per accadere.

Gesù terminò questo messaggio, diretto a loro, dicendo; "Io son roceduto dal Padre, e son venuto nel mondo; di nuovo io lascio il mondo, e vo al Padre." (Giovanni 16:28).

A questo i discepoli risposero: "Ecco, tu parli ora apertamente, e non dici alcuna similitudine. Or noi sappiamo che tu sai ogni cosa, e non hai bisogno che alcun ti domandi; perciò crediamo che tu sei proceduto da Dio." (Giovanni 16:29-30).

I discepoli volevano far sapere a Gesù che avevano compreso chiaramente quanto egli aveva detto loro. Ma più significativamente, prendete nota delle loro parole nell'ultimo verso: "Or noi sappiamo ... perciò crediamo ...".

Sembra che una grande fede abbia preso posto nelle loro anime; questi uomini stavano dichiarando a Gesù: "Ora vediamo, Gesù. Ora sappiamo. Ora crediamo!"

Tutto ciò sembra suggerire che i discepoli erano pronti per i dolorosi e cruenti giorni che sarebbero venuti.
Gesù rispose ai suoi discepoli con una domanda: "Ora credete voi?" (Giovanni 16:31).
Quando Cristo fece questa domanda, in altre parole stava chiedendo ai suoi discepoli:

"Comprendete ora cosa avete davanti a voi? Sarete capaci di bere dalla
coppa che io sto per bere? Siete pronti a credere, quando domani mi vedrete pendere dalla croce come se fossi indifeso?"

"Crederete ancora quando sembrerà che Io non abbia alcun potere sugli uomini o sul diavolo? La vostra fede rimarrà stabile quando vedrete mio Padre lasciarmi nelle mani dei nemici per un tempo? La vostra fede rimarrà incrollabile in quel momento?"

"La vostra fede sopporterà di vedere il mio viso sfigurato in modo da non essere riconosciuto? Cosa accadrà alla vostra fede in quell'ora quando il vostro Salvatore sembrerà non avere alcun potere da salvare
nemmeno sé stesso?"

"Ditemi, credete ora? Veramente credete?"

"Ecco, l'ora viene, e già è venuta, che sarete dispersi, ciascuno in casa sua, e mi lascerete solo ..." (Giovanni 16:32).
L'ora della prova è venuta. Questa è l'ora della prova, che segue molte dolci ore di amorevole comunione. Pensate a questo: soltanto qualche ora prima Gesù aveva teneramente lavato i piedi ai suoi discepoli, appena poche ore prima li aveva avvisati della sofferenza e del dolore che lo aspettavano con la sua crocifissione.

Ma durante l'ora della prova divenne subito chiaro che i discepoli non avevano compreso quello che Gesù aveva insegnato loro. Che gioia deve esserci stata nell'inferno quando quest'ora arrivò; in un tempo brevissimo, Pietro passò dal vantarsi della propria fede a rinnegare Cristo e maledirlo. Tutti i discepoli abbandonarono Gesù, proprio come aveva predetto: "... sarete dispersi, ciascuno in casa sua..." (Giovanni 16:32), fuggendo verso un rifugio.

Comunque prima di giudicare questi uomini, immaginatevi di essere stati vicini a quella croce in que giorno; cosa avreste fatto udendo Gesù gridare: "Padre perché mi hai abbandonato?". Quali pensieri sarebbero passati nella vostra mente? Sospetto che avreste avuto gli stessi pensieri che ebbero i discepoli; come loro anche voi vi sareste chiesti:

"Dov'è la mano di Dio in tutta questa sofferenza e dolore? Dov'è ora il Padre? Perché permette che accada una così terribile cosa, dopo che Gesù ha promesso ogni cosa per il Suo regno?"

Furono questi tipi di pensieri che portarono i discepoli diritti in una fossa di disperazione, devono aver tremato, pensando: "Pensavamo che fosse la nostra speranza". Ora vedevano la loro speranza frantumata davanti a loro.

[CONTINUA...]

PER LEGGERE IL MESSSAGGIO COMPLETO CLICCA SUL SEGUENTE COLLEGAMENTO:
http://www.worldchallenge.org/it/node/6904

Di David Wilkerson
6 luglio 2009

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri