Aggiungi un commento

Me la rido

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
  • Me la rido, pensando alla beata risurrezione, alla meravigliosa salvezza eterna per grazia e al privilegio d’incontrare personalmente Gesù.
  • Me la rido, pensando all’eredità futura e al premio, che Dio darà a servi fedeli.
  • Me la rido, pensando a questo mondo che passa, alle mode, ai trend, alle tradizioni e alle convenzioni, ombre d’un giorno vecchio dinanzi alla luce nuova.
  • Me la rido, sapendo che la chiamata è sicura, il mandato è certo e la meta irremovibile.
  • Me la rido, sapendo che ho tanti compagni di via, che la fonte di gioia e speranza è inesauribile e che ho, già oggi, la caparra del mondo che viene.
  • Me la rido, sapendo che Gesù è sul trono del Padre, quale mio avvocato celeste e vindice dei suoi santi, ed è garante che le sue promesse si adempiano.
  • Me la rido, sì me la rido, e proseguo il cammino!


[Continua la lettura: http://puntoacroce.altervista.org/Artesana/P-Me_la_rido_Mds.htm] Dopo aver letto l'intero scritto, voi che rispondereste nel merito alle questioni in esso contenute? {Nicola Martella}

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri