Aggiungi un commento

Ritratto di alex

Caro Francesco ho compreso bene ciò che vuoi dire e il pericolo di cui accenni.  Ho riportato la "storiella" perchè mi è capitata di leggerla proriro in questi giorni mentre meditavo le parole di Gesu'. Non è una mia "storiella" anche se lo condivido, come condivido le tue preoccupazioni.

Come sempre tra il la convinzione che non si debba essere giudicati per i versetti citati e l'idea che siamno pienamente leggittimati al giudizio bhe in mezzo.. c'è la Bibbia. Che saprà parlare ai nostri cuori, se siamo attenti.

Certo che la Scrittura ci insegna a separarci dal male, odiando il peccato. giudicando lo stesso. I versetti citati, a mio avviso, vogliono essere un campanello di allarme a non gettare, come si usa dire, il bambino con l'acqua sporca. Ad amare, cioè, il peccatore odiando il peccato. L'invito all'analisi di noi stessi, alla tolleranza, all'amore, all'astenerci dal giudizzi affrettati, alla comprensione, alla comunione. Sopportandoci per amore del vangelo, ecco cosa si intende per evitare il giudizio, analizzando innanzitutto noi stessi.

Questo non significa, ed anche qui la scrittura ci parla molto di questo, sopportare tutto e chiudere gli occhi. Anche la stessa riprensione deve essere attuata per recuperare, solo in alcuni casi la Bibbia ci invita alla separazione, quando cioè  si rinnega Cristo.

Insomma questi versetti parlano al mio cuore di una necessità primaria. Quando leggo la Bibbia, i suoi insegnamenti, le sue direttive, i suoi ammonimenti devo innanzitutto rispecchiare davanti ad essa la mia coscienza, la mia  anima, il mio essere credente. Il pericolo che intravedo, opposto alla tua leggittima preoccupazione, è che mentre la leggiamo troviamo sempre dei punti di attacco per quanti ci sono vicini.

Procedimento psicologico di autodifesa. "Distruggendo" gli altri, ci sentiamo migliori. Procedura umana che è tipicamente nelle nostre corde. Ecco e' questo l'avviso di pericolo che il Signore ci comunica. Insomma ecco la mia preoccupazione. Caro fratello tra la tua preoccupazione e la mia, e non solo la nostra ovviamente, c'è la Sua Parola :-)

Un abbraccio fraterno, Alex

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri