Aggiungi un commento

Ritratto di alex

Ciao Stefano, grazie per il tuo commento, sobrio e dai toni pacati. E' una rarità in questi tempi, ultimi, in particolare quando si affrontano tematiche religiose con le quali, un pò per tradizione, a volte per ferma convinzione, le opinioni sono divergenti.

Grazie per aver puntualizzato che Cristo è la Pietra fondante e, proprio come ha detto San Pietro, tutti i discepoli, lui compreso, sarebbero state le pietre viventi pogiate sopra Cristo che è la pietra angolare. (1° Pietro capitolo 2)
Tuttavia questo concetto così chiaro appare sovvertito dal catechismo della chiesa cattolica in quanto è Pietro definito la "Pietra" (881)

Per quanto riguarda poi il mandato di Gesù al suo apostolo più irruento e apparentemente coraggioso, c'è da dire che e' un grande il Signore, anzi è il solo grande. Tre volte Pietro aveva rinnegato Gesù, e tre volte il Signore lo riabilita con quel: mi vuoi bene? sei mio amico? mi ami tu?, nella lingua originale il concetto è proprio una escaletion di richieste di Gesù a Pietro -  Giovanni 21

Ed è vero gli affida un gran bell'incarico: pasci le mie pecore.

Un incarico particolare, fu Pietro ha presentare ai giudei la buona notizia in quella famosa notte di pentecoste Atti 2, fu Pietro ad annunciare per la prima volta il vangelo ai gentili, a Cornelio, dopo quella famosa visione Atti 10 e 11.

E' vero lo Spirito Santo si è servito di Pietro per portare il vangelo, la buona notizia, e presentare Se Stesso alle nazioni  ebrei e gentili. Tuttavia, nonostante questo incarico, non sembra che Pietro abbia avuto una supremazia gerarchia nella chiesa primitiva, ti prego di verificarlo in Giacomo 2:9 e Galati 2:11.

Ad ogni modo poniamo anche che Gesù avesse dato a Pietro un ruolo particolare, per molti versi. abbiamo visto. lo ha avuto, come si sarebbe tramandato questo ruolo?  Perchè a Roma? Non era Gerusalemme la chiesa "madre"? Etc, etc.. E' vero nel corso dei secoli la Chiesa Cattolica tenta, anche con intelligenza e maestria, di dare queste risposte, ma non sono nella Bibbia.

La verità, caro Stefano è che quando si infila una camicia con il primo bottone nell'asola sbagliata, tutto il resto viene da se..
Prendiamo, per esempio, una delle ultime affermazione di Bergoglio, persona simpaticissima, affabile e molto altro, l'occasione è stata quella dell'incontro con diversi capi religiosi. Ha affermato: "siamo tutti figli di Dio", ed anche: "l'inferno è vuoto", si certo sono parole confortanti ma, proprio come hai detto tu, citando l'apostolo Paolo, qualsiasi cosa sia fuori dal vangelo sia anatema, anche fosse un angelo che lo annuncia (Galati 1).

Gesù afferma che nessuno è figlio di Dio, ma siamo tutti figli d'ira... tuttavia diveniamo figli, grazie Gesù.... (per l'adesione ad una religione? Per rituali sacramentali?)  ecco cosa dice Gesù, in questo momento di verità cruciale, al riguardo:

Egli è venuto in casa sua, e i suoi non lo hanno ricevuto, ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato l'autorità di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome, i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà di uomo, ma sono nati da Dio. Giovanni 1:12 (leggi anche Efesini 2)

Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio - Giovanni 3:18

La più grande bugia, anche promulgata in buona fede, è sostanzialmente il fatto che la chiesa,  il creato e le crature, sono in grado senza Gesù, anche se per opera dei meriti di Gesù, di risorgere dai propri fallimenti e di riemergere con i propri sforzi, di avvicinarci, quindi, a Dio.
Come se, in un certo qual modo, agendo bene, amando, comportandoci bene, si possa guadagnare quella salvezza che Dio offre. Per questo, lo viviamo ultimamente nella storia della Chiesa Cattolica, la missione non è più quella di annunciare Cristo, ma se stessa.
La Chiesa Cattolica diventa dispensatrice di grazia e avvicinare le culture, le religioni, ad essa è la nuova missione e la nuova speranza di pace....

Ma Gesù dice a questa cristianità: Ritorna al primo amore - Apocalisse 2

Tutte le buone intenzioni che vedono la cratura al centro, piuttosto che il Creatore, hanno da Gesù questa risposta:

Da allora Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molte cose da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti, degli scribi, ed essere ucciso, e risuscitare il terzo giorno. Pietro, trattolo da parte, cominciò a rimproverarlo, dicendo: «Dio non voglia, Signore! Questo non ti avverrà mai». Ma Gesù, voltatosi, disse a Pietro: «Vattene via da me, Satana!
Tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini»
. Matteo 16:23

Non abbiamo bisogno di convegni sulla pace, abbiamo bisogno di Gesù, che è la pace. Non possiamo cercare di arrivare in alto nei luoghi celesti per abbracciare Dio, è Lui sceso qui per consolare gli sconsolati, le adultere, i lebbrosi. Non possiamo sostituirci per dare un tesoro che non abbiamo, possiamo solo indicare la via per riceverlo.

Scusa Stefano mi sono dilungato e, probabilmente scivolato fuori tema....

Trovasti interesse per il Signore in un modo particolare, scrivevi, ritorna ad imitare quel modo...
Nella Bibbia cerca la faccia di Dio, nella preghiera, spontanea, parlagli come ad un amico.....
Lui conosce il tuo cuore...

Dio ti benedica...

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri