Aggiungi un commento

Ritratto di alex

Caro fratello in Cristo mi sento di concordare con quanto riportato ma desidero fare alcune precisazioni.
Quello che è condannato nella Parola è l'esercizio dell'omosessualità, così come della fornicazione, adulterio, etc.
E' importante ricordare che la persona omosessuale andrà all'inferno non perche è tale, ma sarà condannata se non si ravvede dei suoi peccati. Il ravvedimento è necessario per gli omosessuali e per gli eteresessuali.

Detto questo è straordinario verificare come molti omosessuali sono stati liberati da questa condizione una volta convertiti a Cristo, così per gli adulteri ed i fornicatori. Ma non sempre è così. In una gran parte di casi tali impulsi restano, e qui che inizia la lotta, per ogni uomo e donna, per resistere al peccato. In una battaglia tra il vecchio uomo ed il nuovo.

Non mi scandalizza, quindi, un uomo che combatte contro il suo vecchio uomo ed è allo stesso tempo è occupato in un ministerio.
Diverso è, invece, chi si trova nel peccato. E, probabilmente, ci sono molti ministri che, pur non essendo omosessuali, vivono spesso arresi al peccato senza rinunciale al ministerio.

Scrivo queste righe per dire questo: Dio ti ama! Che tu sia etero oppure omosessuale.
Dio ti ama! Dio libera omosessuale ed eterosessuale!
 

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta