Aggiungi un commento

Mani per gioire... i sordi udranno! - Massimo Albanesi

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Il fratello Massimo Albanesi, chiesa Berea di Roma, nel presentare l'opera: "Mani per gioire" medita sul brano di Marco 7
"32 Condussero da lui un sordo che parlava a stento; e lo pregarono che gli imponesse le mani. 33 Egli lo condusse fuori dalla folla, in disparte, gli mise le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; 34 poi, alzando gli occhi al cielo, sospirò e gli disse: «Effatà!» che vuol dire: «Apriti!» 35 E gli si aprirono gli orecchi; e subito gli si sciolse la lingua e parlava bene. 36 Gesù ordinò loro di non parlarne a nessuno; ma più lo vietava loro e più lo divulgavano; 37 ed erano pieni di stupore e dicevano: «Egli ha fatto ogni cosa bene; i sordi li fa udire, e i muti li fa parlare»."

Riflessioni davvero interessanti anche nell'analizzare il linguaggio, solo apparentemente bizzaro, che Gesù ha utilizzato in questa occasione. I fratelli sordi si sono poi esibiti in un canto speciale, toccante anche la recitazione poetica in LIS.... buona visione.

Massimo Albanesi
--- Roma 26 novembre 2017 ---

--------------------

CHI SIAMO Il gruppo “Mani per gioire” è nato nel 2002 per comunicare l’amore di Dio con la LIS.  Nel gruppo ci sono persone sorde e udenti  integrate nel rispetto delle loro culture. COSA CI UNISCE Un cuore nuovo: noi abbiamo conosciuto l’amore di Dio che ha trasformato la nostra vita. I NOSTRI OBIETTIVI Un sostegno morale, spirituale e personale per i sordi con incontri di gruppo o individuali, lettura e studio della Bibbia, scambio culturale.  Continua qui...

http://www.sordicristianimxg.it/

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri