Aggiungi un commento

Cambiamenti climatici Donald Trump e ritorno del Signore, c'è una connessione?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

E' notizia di questi giorni (marzo 2017) che il presidente Donald Trump, con la sue proverbiali parole arroganti, si è attivato per togliere dei vincoli ambientali nella produzione di energia, vincoli che limitavano le emissioni di gas serra e cose simili, vincoli sviluppati e introdotti nell'era Obama. Tali restrizioni trovavano giustificazione nel tentativo di ridurre l'impatto ambientale nella produzione e nel consumo di energia degli USA, primo inquinatore mondiale e seguito da tutte le altre potenze economiche. Si legga l'articolo ANSA riportato più sotto.

I provvedimenti adottati da Trump sono iniziative che seguono le sue convinzioni in merito ai cambiamenti climatici.
In un tweet, facilmente reperibile sul profilo del presidente repubblicano del nel novembre 2012, il magnate americano affermava: “Il concetto di riscaldamento globale è stato creato da e per i cinesi, allo scopo di rendere la produzione degli Stati Uniti non competitiva”.

Alla faccia delle fake news di cuil il Presidente accusa i media del suo paese! Quest'uomo pare abbia la capacità di far credere che la verità non esiste. Questo è il tipico spirito dell'Anticristo che in questa società prende velocemente piede (1 Giovanni 2:18). Certo è sempre esistito ma le capacità mediatiche, le possibilità comunicative, social, internet, tv, etc, offrono a questo spirito possibilità mai avute in passato. (si veda: Iniquità, cuori che si raffreddano, terra che brucia. Il Signore ritorna

A quanto pare negli anni a seguire tale concezione minimalista del'enorme problema inquinamento e delle sue apocalittiche conseguenze pare non essere cambiato nella mente di Trump.

Nonostante studi scientifici provino che la desertificazione, l'inquinamento di aria di acqua e di cibo, non solo hanno provocato l'estinzione di molte specie animali e vegetali, ma anche lo stesso Uomo è continuamente minacciato da tali cambiamenti.
Ogni giorno sono centinaia di migliaia i casi di morte prematura, nel genere umano, connesso alla carenza di cibo, diretta conseguenza della desertificazione, e altrettanti i morti connessi all'insalubrità ambientale. Il web è pieno di questi dati scientifici e comprovati, e questa volta non le solite fake news.

E' vero la malattia dell'Uomo non è Trump, da centinaia di anni l'Uomo ha scelto, avendone le capacità, di distruggere l'ambiente per fare soldi. Lo stesso concetto di economia e finanza che impera nel Mondo dettandone le direttive politiche è, in sostanza, una pura follia.
"Crescita, sviluppo, consumo" sono i tam tam  mediatici quotidiani e le medicine che si ricercano per far fronte alla crisi economica. Ma davvero è questa la ricetta? Non è forse aver perseguito questa strada l'averci condotto a vivere queste crisi?

E poi, pare nessuno se lo chieda, ma non è il Pianeta stesso definito, delineato? Come pensare di sfruttarlo all'infinito e sempre in maniera crescente senza conseguenza?

Keynes nella frase più celebre della sua Teoria Generale scrive: «Nel lungo periodo siamo tutti morti»

Ora questa frase può significare molte cose, ma di certo la miopia dell'Uomo può rientrare in essa. "Consumiamo quello che possiamo oggi, tanto domani non ci saremo." Il fatto è che questo domani è oggi!

Certo Trump non ha davanti a se molti anni da vivere e, probabilmente, con queste sue manovre riuscirà davvero anche nell'intento di rinforzare l'economia per un breve tempo, ma a quale costo? L'egoismo sembra davvero sempre più imperante in tutti gli aspetti della nostra società (nel personale e nel pubblico).

Ora qui non vogliamo indicare Trump come l'Anticristo, ma semplicemente evidenziare come è in questo quadro spirituale che esso, l'Anticristo, troverà consenso e potere. Non stiamo neanche indicando una data di "game over", come hanno fatto in passato falsi profeti, ci stiamo semplicemente chiedendo: sono questi i segni di cui nella Bibbia si parla? O almeno che cominciano ad avvenire?

Ma quando queste cose cominceranno ad avvenire, rialzatevi, levate il capo, perché la vostra liberazione si avvicina - Luca 21


Ecco che, quindi, le frasi scritte nella Bibbia ritornano anche in questo tempo in cui viviamo, ad essere quello che sono: profetiche:

Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l'apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza - 2Tm 3:1

Infatti l'amore del denaro è radice di ogni specie di mali - 1Tm 6:10

 Gesù rispose loro: «Guardate che nessuno vi seduca. Poiché molti verranno nel mio nome, dicendo: "Io sono il Cristo". E ne sedurranno molti. Voi udrete parlare di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi, infatti bisogna che questo avvenga, ma non sarà ancora la fine. Perché insorgerà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo non sarà che principio di dolori. Allora vi abbandoneranno all'oppressione e vi uccideranno e sarete odiati da tutte le genti a motivo del mio nome. Allora molti si svieranno, si tradiranno e si odieranno a vicenda. Molti falsi profeti sorgeranno e sedurranno molti. Poiché l'iniquità aumenterà, l'amore dei più si raffredderà. Ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato. E questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo, affinché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; allora verrà la fine. - Matteo 24

Non sarà oggi, forse, la fine del Mondo perchè Trump ha emanato queste direttive sull'energia. Ma è un ulteriore segno, che si aggiunge ai molti altri, che preannunciano il ritorno del Signore Gesù Cristo. La cecità dell'Uomo anche davanti alla propria estinzione è lo specchio di quello che c'è nel cuore dell'Uomo, insaziabilmente malato, lontano, perso.
Accecati, ingannati, ci accorgiamo tardi che la "pubblicità", semplicemente, ha voluto solo i nostri soldi e le nostre anime.

Come Giuda che, dopo aver ricevuto i trenta denari, ci ripensa ma torna da coloro che l'hanno comprato per rimediare. La risposta fu terribile e fu la sua sentenza:

 

«Ho peccato, consegnandovi sangue innocente». Ma essi dissero: «Che c'importa? Pensaci tu».  Matteo 27:4

 

Senza Gesù reaggiamo affondando ancora di più.

Fake news, bullismo. uxoricidio, femminicidio, suicidi, aborti, divorzi, solitudine, omicidio, riscaldamento globale, immigrazione, fame, inquinamento, tumore, povertà, corruzione, egoismo, sfruttamento, schiavitù, dipendenza, insoddisfazione, pillola per dimagrire, per ingrassare, per fare l'amore due ore, pillola del giorno dopo, violenza, ribellione, tanti follower, so figo, so selfie, audience, colpa di quello, colpa di questo, colpa sua, colpa tua.... STOP!
Tutto questo ha un unico nome: il Cuore dell'Uomo - Tutto questo ha una sola soluzione: il Figlio dell'Uomo
 

Adoperatevi non per il cibo che perisce, ma per il cibo che dura in vita eterna, che il Figlio dell'uomo vi darà, perché su di lui il Padre, cioè Dio, ha posto il suo sigillo». Gli chiesero allora: «Che cosa dobbiamo fare per compiere le opere di Dio?». Gesù rispose e disse loro: «Questa è l'opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».
Giovanni 6

Urge abbracciare Gesù e, se lo abbiamo già fatto, è importante restare ancorati a Cristo, rimanendo con lo sguardo rivolti al Messia. Il vento tira forte.

Scegli Gesù, oggi. Stai dalla Sua parte, è l'unico che ha parole di vita eterna. Riconosci che anche in te c'è la bestia, riconosci che anche tu sei un peccatore e ti attira il male, confessa al Signore il bisogno di essere liberato, purificato. Riconosci che, nonostante gli sforzi, resti incompleto, insoddisfatto, avvinghiato, legato.
Fai pace con Dio, oggi, il resto passerà, presto.
Un conto sarà richiesto o lo pagherai tu o lo ha già pagato Gesù per te. Scegli Gesù. Oggi!

Vedi anche:

  1. Il cuore degli italiani tra Salute a due velocità e la crescita di rancore e paure - Rapporto Censis 2017

  2. Il cammino dell'umanità verso l'adorazione della bestia
  3. La dottrina della salvezza nella Bibbia
  4. Siamo liberi o manipolati? La manipolazione di massa attraverso la destrutturazione ideologica
  5. Sesso, soldi e razzismo - Cosa c'è dietro l'elezione del nuovo presidente degli USA Donald Trump?
  6. Donald Trump: la verità non esiste
  7. Non vi conformate

Parole arroganti e sfrontatezza segno digovernatni particolari:

Da 7:1 Nel primo anno di Baldassar, re di Babilonia, Daniele fece un sogno, mentre era a letto, ed ebbe delle visioni nella sua mente. Poi scrisse il sogno e ne fece il racconto.
2 Daniele disse: «Io guardavo, nella mia visione notturna, ed ecco scatenarsi sul mar Grande i quattro venti del cielo. 3 Quattro grandi bestie salirono dal mare, una diversa dall'altra. 4 La prima era simile a un leone e aveva ali d'aquila. Io guardai, finché non le furono strappate le ali; fu sollevata da terra, fu fatta stare in piedi come un uomo e le fu dato un cuore umano. 5 Poi vidi una seconda bestia, simile a un orso; essa stava eretta sopra un fianco, teneva tre costole in bocca fra i denti e le fu detto: "Àlzati, mangia molta carne!" 6 Dopo questo, io guardavo e vidi un'altra bestia simile a un leopardo con quattro ali d'uccello sul dorso; aveva quattro teste e le fu dato il dominio. 7 Io continuavo a guardare le visioni notturne, ed ecco una quarta bestia spaventosa, terribile, straordinariamente forte. Aveva grossi denti di ferro; divorava, sbranava e stritolava con le zampe ciò che restava; era diversa da tutte le bestie precedenti e aveva dieci corna. 8 Stavo osservando queste corna, quand'ecco spuntare in mezzo a quelle un altro piccolo corno davanti al quale tre delle prime corna furono divelte. Quel corno aveva occhi simili a quelli di un uomo e una bocca che pronunciava parole arroganti.
9 Io continuai a guardare e vidi collocare dei troni, e un vegliardo sedersi. La sua veste era bianca come la neve e i capelli del suo capo erano simili a lana pura; fiamme di fuoco erano il suo trono, che aveva ruote di fuoco ardente. 10 Un fiume di fuoco scaturiva e scendeva dalla sua presenza; mille migliaia lo servivano, diecimila miriadi gli stavano davanti. Si tenne il giudizio e i libri furono aperti. 11 Io guardavo ancora, a motivo delle parole arroganti che il corno pronunciava; guardai fino a quando la bestia fu uccisa e il suo corpo distrutto, gettato nel fuoco per essere arso. 12 Le altre bestie furono private del loro potere; ma fu loro concesso un prolungamento di vita per un tempo determinato.
13 Io guardavo, nelle visioni notturne, ed ecco venire sulle nuvole del cielo uno simile a un figlio d'uomo; egli giunse fino al vegliardo e fu fatto avvicinare a lui; 14 gli furono dati dominio, gloria e regno, perché le genti di ogni popolo, nazione e lingua lo servissero. Il suo dominio è un dominio eterno che non passerà, e il suo regno è un regno che non sarà distrutto.
v. 1-14 (Ap 13; 2Te 2:3-8) Da 2:44
15 Quanto a me, Daniele, il mio spirito fu turbato dentro di me e le visioni della mia mente mi spaventarono. 16 Mi avvicinai a uno dei presenti e gli chiesi il vero senso di ciò che avevo visto. Egli mi rispose e mi diede l'interpretazione delle visioni: 17 "Queste quattro grandi bestie sono quattro re che sorgeranno dalla terra; 18 poi i santi dell'Altissimo riceveranno il regno e lo possederanno per sempre, eternamente".
19 Allora volli conoscere la verità intorno alla quarta bestia che era diversa da tutte le altre, straordinariamente terribile, che aveva denti di ferro e unghie di bronzo, che divorava, sbranava e calpestava il resto con le zampe. 20 Chiesi pure spiegazioni delle dieci corna che aveva sul capo, del corno che spuntava e davanti al quale ne erano caduti tre; quel corno aveva occhi e una bocca che proferiva parole arroganti, e appariva maggiore delle altre corna. 21 Io vidi quel corno fare guerra ai santi e avere il sopravvento, 22 finché non giunse il vegliardo. Allora il potere di giudicare fu dato ai santi dell'Altissimo, e venne il tempo che i santi ebbero il regno.
23 Ed egli mi disse: "La quarta bestia è un quarto regno sulla terra, diverso da tutti i regni, che divorerà tutta la terra, la calpesterà e la frantumerà. 24 Le dieci corna sono dieci re che sorgeranno da questo regno; e dopo quelli, sorgerà un altro re, che sarà diverso dai precedenti e abbatterà tre re. 25 Egli parlerà contro l'Altissimo, affliggerà i santi dell'Altissimo, e si proporrà di mutare i giorni festivi e la legge; i santi saranno dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi e la metà d'un tempo. 26 Poi si terrà il giudizio e gli sarà tolto il dominio; verrà distrutto e annientato per sempre. 27 Allora il regno, il potere e la grandezza dei regni che sono sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell'Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutte le potenze lo serviranno e gli ubbidiranno".
28 Qui finisce il racconto. Quanto a me, Daniele, fui molto spaventato dai miei pensieri e il mio volto cambiò colore. Ma conservai tutto questo nel mio cuore».

Re feroci ed esperti in stratagemmi frutto della ribellione:

Daniele 8 Alla fine del loro regno, quando i ribelli avranno colmato la misura delle loro ribellioni, sorgerà un re dall'aspetto feroce, ed esperto in intrighi. 24 Il suo potere si rafforzerà, ma non per la sua propria forza. Egli sarà causa di rovine inaudite, prospererà nelle sue imprese, distruggerà i potenti e il popolo dei santi. 25 A motivo della sua astuzia, la frode prospererà nelle sue mani; il suo cuore si inorgoglirà; distruggerà molte persone che si credevano al sicuro. Si ergerà pure contro il principe dei prìncipi, ma sarà infranto senza intervento umano

 


Fonte ANSA  28 marzo 2017
Donald Trump prova a 'rottamare' le politiche messe in campo da Barack Obama per combattere i cambiamenti climatici. Politiche che hanno fatto dell'ex presidente Usa uno dei leader della lotta agli effetti devastanti causati dai gas serra. Con un decreto il tycoon ha ordinato di rivedere le norme per la riduzione delle emissioni inquinanti delle industrie americane, regole contenute nel Clean Air Act. E ha rilanciato la produzione nelle miniere di carbone per il funzionamento delle centrali elettriche e degli impianti di estrazione di gas e petrolio.

"Rimetteremo i minatori al lavoro", ha detto dopo aver firmato il decreto. "Con me si mette fine alla guerra al carbone", ha poi aggiunto. E' questa per la Casa Bianca una strada per aumentare l'indipendenza energetica del Paese e ricreare migliaia di posti di lavoro mandati in fumo - sostiene Trump - dall'agenda verde del predecessore. Insomma, dopo l'imbarazzante fallimento sul fronte dell'abolizione dell'Obamacare in Congresso, l'amministrazione Usa tenta di rilanciarsi su quella che è stata un'altra delle promesse cardine della campagna elettorale del tycoon: via quei vincoli ambientali che impediscono lo sviluppo dell'industria energetica americana. Se si tratti o meno di una vera e propria controrivoluzione sarà il tempo a dirlo, ed è tema dibattuto sui media..... continua qui: Fonte ANSA  28 marzo 2017 
 

AllegatoDimensione
Image icon donald_trump_la_verita_non_esiste.jpg4.68 MB

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri