Dio, chi è? - Rinaldo Diprose

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Dio, un personaggio astratto, filosofico? Tutt'altro, Dio, nella Bibbia, da alcune immagini di Se stesso per farci comprendere che è vero e vivente. Come conosci Dio? In che modo conosci Dio? Quando pensi a Dio cosa pensi, che tipo di essere pensi quando parli di Dio? Sentiamo spesso il nome di DIo nelle bestemmie, quasi un riconoscimento al contrario, volendosi fare grandi, forti, impoirsi in qualche modo si bestemmia prendendo il nome Dio in prestito. Non è buono. Ma che pensiamo?

Qui la seconda parte

Rinaldo Diprose 2013

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Aggiunta la seconda parte di questa interessante riflessione.

 

Potrebbe interessarti..

  • Malachia - Un messaggio dal Dio che ama

    CAMPO DI STUDI BIBLICI, dal 7 al 16 agosto 2007
    Presso Centro Evangelico di Poggio Ubertini
    Via Romita, 30 - 50020 Montagnana Val di Pesa (FI) Italia
    Mercoledì, 8 agosto 2007 – ore 9:30

  • Alle 9,15 minuti del 21 ottobre 1966, appena gli allievi si erano accomodati in classe per la prima lezione, la discarica di una miniera di carbone del Galles del Sud si è rovesciata sulla tranquilla comunità di Aberfan. La melma nera è scivolata sul fianco della collina confluendo nei locali della scuola; intrappolati nella scuola morirono cinque
    insegnanti e centonove alunni. Un prete intervistato dalla BBC al momento della sciagura rispondendo all'inevitabile

  • La domanda del testo biblico che troviamo nel Vangelo di Giovanni: " ... lo cercavano ... e dicevano: Dov'è egli?" (7:11), riassume la volontà dell'uomo di cercare Dio, anche se condotta in modi differenti. Difatti, il credente come lo scettico, si pongono questo interrogativo.

  • Dio non esiste o siamo noi che non andiamo a Lui?

    non_esiste

  • Una verità scontata, ma da vivere e testimoniare.
    È stato Dio a creare i cieli e la terra ed il creato nel quale viviamo appartiene a lui. Dal momento che noi siamo parte di questo creato e, contemporaneamente, ne godiamo i doni e le risorse, dobbiamo avere ben presenti le conseguenze di questa realtà nella nostra vita di ogni giorno. Gli uomini che negano l’esistenza di un Dio creatore, incoraggiati da gran parte della cosidetta “cultura” moderna, conoscono conseguenze etiche ed esistenziali purtroppo determinanti per la loro vita, per il loro cammino.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta