Amen, vieni!

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Adamo ed Eva peccarono, scelsero di ribellarsi, morirono spiritualmente, fu allora che la morte fu introdotta nel sistema umano, per cui le cellule iniziarono ad invecchiare, la vecchiaia però è uno stratagemma divino per indurre l'uomo a riflettere sull'esistenza ed a ricercare Dio, anche perché il nostro Creatore ha messo nell'uomo il pensiero dell'eternità (Eccl. 3:11) ed ha stabilito che noi vivessimo col desiderio di cercarlo (Atti 17:27). Dio, pur permettendo la nostra morte spirituale ha dilazionato la morte fisica per permetterci di avere più occasioni di ravvedimento e di salvezza, contemplando il creato, valutando la vita, riflettendo circa la morte, invocandolo.

La testimonianza, riconoscerlo sulla terra, seguendo i canoni che Egli ha stabilito, Israele nasce per essere una testimonianza fra le nazioni del mondo, è inizialmente fedele, ma spesso si svia fino a rendersi inutile, non riuscendo nella sostanza a riconoscere il Messia, come profetizzato dal profeta Isaia: "Chi ha creduto a quel che noi abbiamo annunziato? e a chi è stato rivelato il braccio dell’Eterno?Egli è venuto su dinanzi a lui come un rampollo, come una radice ch’esce da un arido suolo; non aveva forma né bellezza da attirare i nostri sguardi, né apparenza, da farcelo desiderare. Disprezzato e abbandonato dagli uomini, uomo di dolore, familiare con il patire, pari a colui dinanzi al quale ciascuno si nasconde la faccia, era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna. E, nondimeno, erano le nostre malattie ch’egli portava, erano i nostri dolori quelli di cui s’era caricato; e noi lo reputavamo colpito, battuto da Dio, ed umiliato!

Ma egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è stato su lui, e per le sue lividure noi abbiamo avuto guarigione.
Noi tutti eravamo erranti come pecore, ognuno di noi seguiva la sua propria via; e l’Eterno ha fatto cader su lui l’iniquità di noi tutti.
Maltrattato, umiliò se stesso, e non aperse la bocca. Come l’agnello menato allo scannatoio, come la pecora muta dinanzi a chi la tosa, egli non aperse la bocca.
Dall’oppressione e dal giudizio fu portato via; e fra quelli della sua generazione chi rifletté ch’egli era strappato dalla terra dei viventi e colpito a motivo delle trasgressioni del mio popolo?
Gli avevano assegnata la sepoltura fra gli empi, ma nella sua morte, egli è stato col ricco, perché non aveva commesso violenze né v’era stata frode nella sua bocca.

Ma piacque all’Eterno di fiaccarlo coi patimenti. Dopo aver dato la sua vita in sacrificio per la colpa, egli vedrà una progenie, prolungherà i suoi giorni, e l’opera dell’Eterno prospererà nelle sue mani.
Egli vedrà il frutto del tormento dell’anima sua, e ne sarà saziato; per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti, e si caricherà egli stesso delle loro iniquità.
Perciò io gli darò la sua parte fra i grandi, ed egli dividerà il bottino coi potenti, perché ha dato se stesso alla morte, ed è stato annoverato fra i trasgressori, perché egli ha portato i peccati di molti, e ha interceduto per i trasgressori." (Isaia 53)   E' chiaro che qui si tratta del Messia che è venuto a morire per noi, ma siccome non era anche liberatore politico e le profezie relative alla venuta come liberatore politico sono otto volte di più, non fu riconosciuto come il Messia e venne ucciso. I primi Cristiani sono tutti Ebrei, sono loro che assorbono il compito di testimoniare dell'esistenza di Dio e del suo Piano per la Salvezza. Israele non sapeva che era la "donna che doveva portare in grembo il figlio", e che la nazione d'Israele del tempo dell'Impero Romano è stata una "placenta" spirituale, il quale smette di avere un ruolo spirituale di testimonianza, lo scettro di Giuda resta nelle mani di Cristo e la nazione viene cancellata da Tito nel 70 d.C. La testimonianza si sviluppa attraverso il popolo di Cristo che ha lo Spirito Santo: la Chiesa.

Ai giorni nostri ci sono tanti movimenti religiosi, tante sette, per esempio i Testimoni di Geova, nati nell'800, i quali si definiscono i Testimoni di Dio, usando il nome antico. Questi non sono testimoni, sono bensì una falsa testimonianza, essi propongono loro stessi, sono spiritualmente e psicologicamente molto pericolosi, non possono essere testimoni di Cristo perché negano che sia Dio fatto uomo, cioè il Cristo, poiché i testimoni dell'Iddio dell'Antico Testamento erano i figli d'Israele, popolo che esiste tuttora e che Egli Dio ha preservato, poiché la Sua promessa non dipende dagli uomini, ma dalla Sua fedeltà. Dio ha tolto ad Israele per ora la testimonianza, Israele col suo comportamento si farà odiare dal mondo intero. Però in futuro, durante la Tribolazione di sette anni gli verrà restituita:" Così parla il Signore, l’Eterno: Ecco, io leverò la mia mano verso le nazioni, alzerò la mia bandiera verso i popoli, ed essi ti ricondurranno i tuoi figliuoli in braccio, e ti riporteranno le tue figliuole sulle spalle. Dei re saranno tuoi balii, e le loro regine saranno tue balie; essi si prostreranno dinanzi a te con la faccia a terra, e leccheranno la polvere dei tuoi piedi; e tu riconoscerai che io sono l’Eterno, e che coloro che sperano in me non saranno confusi. Si strapperà egli il bottino al potente? e i giusti fatti prigioni saranno essi liberati? Sì; così dice l’Eterno: Anche i prigioni del potente saranno portati via, e il bottino del tiranno sarà ripreso; io combatterò con chi combatte teco, e salverò i tuoi figliuoli. E farò mangiare ai tuoi oppressori la loro propria carne, e s’inebrieranno col loro proprio sangue, come col mosto; e ogni carne riconoscerà che io, l’Eterno, sono il tuo salvatore, il tuo redentore, il Potente di Giacobbe."  (Isaia 49:22-26)

Israele tornerà ad essere il Testimone di Dio quando la Chiesa verrà tolta dalla terra. In tutto questo i Testimoni di Geova, i Mormoni, molte organizzazioni e denominazioni definite Cristiane, come tutte le confessioni religiose, che pur chiamandosi Cristiane, non riconoscono Gesù come Dio fatto uomo, non hanno nessun ruolo nella testimonianza, sono anzi elemento di confusione e dannose. Chi non riconosce Cristo per quello che è, non è Cristiano, Giovanni dice che hanno lo Spirito dell'Anticristo: Chi è il mendace se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Esso è l’anticristo, che nega il Padre e il Figliuolo. Chiunque nega il Figliuolo, non ha neppure il Padre; chi confessa il Figliuolo ha anche il Padre." (I Giov: 2:22-23)  Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito che confessa Gesù Cristo venuto in carne, è da Dio;  e ogni spirito che non confessa Gesù, non è da Dio; e quello è lo spirito dell’anticristo, del quale avete udito che deve venire; ed ora è già nel mondo."   (I Giov. 4:2-3) 
Le confessioni Cristiane che non accettano Gesù come Dio, morto e risorto per pagare la nostra colpa, sono spiritualmente pericolose, hanno una dottrina vera al 90%, molti hanno cambiato il testo della Bibbia, i Testimoni di Geova per esempio quando Giovanni dice. "Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio"  (Giov. 1:1) traducono: "la Parola era un Dio", ed ancora in Zaccaria sta scritto: "E spanderò sulla casa di Davide e sugli abitanti di Gerusalemme lo spirito di grazia e di supplicazione; ed essi riguarderanno a me, a colui ch’essi hanno trafitto, e ne faranno cordoglio come si fa cordoglio per un figliuolo unico, e lo piangeranno amaramente come si piange amaramente un primogenito." (Zac:12:10) sempre i Testimoni di Geova hanno tolto la particella pronominale "a me", cambiando completamente il senso del testo. I Mormoni hanno il "Libro di Mormon", che definiscono "un altro" testamento di Gesù, nel libro nella testimonianza dei tre testimoni, si afferma: "sia reso onore al Padre, al Figlio e allo Spirito santo, che sono un solo Dio". Però mettono sullo stesso piano il Libro di Mormon e la Bibbia, sebbene molti insegnamenti siano nobili e buoni, l'organizzazione dei Mormoni, come quella dei Testimoni di Geova, portano a valutare l'autorità dell'organizzazione allo stesso livello dell'autorità della Bibbia. Ma Giovanni dice espressamente: "Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro; e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli toglierà la sua parte dell’albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro. Colui che attesta queste cose, dice: Sì; vengo tosto! Amen! Vieni, Signor Gesù!"  (Apoc.22:18-20)
(dal web )

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

ATTI1
9 Dette queste cose, mentre essi guardavano, fu elevato; e una nuvola, accogliendolo, lo sottrasse ai loro sguardi. 10 E come essi avevano gli occhi fissi al cielo, mentre egli se ne andava, due uomini in vesti bianche si presentarono a loro e dissero: 11 «Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù, che vi è stato tolto, ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo».

Amen, VIENI SIGNORE!!!!

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta