11 settembre 2001 - Conversione a Gesù sotto le macerie

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

"...e colui che viene a me, non lo caccerò fuori.." Giovanni 6
Straordinaria esperienza e testimonianza di una giovane donna seppellita da quintali di macerie nel famigerato giorno dell'11 settembre 2001.
Il Signore ti sta aspettando, oggi.

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

CNN-IBN brings you the raw videos of the horror of 9/11 in association with the History Channel.

Ritratto di alex

The falling man, di Richard Drew
Questa foto è stata scattata alle 9.41 di quell’11 settembre 2001 ed è solo una di una serie di foto di persone che scelsero di buttarsi giù dal World Trade Center. Mark T. Thompson (teologo) ha commentato: "La più potente immagine di disperazione scattata all'inizio del ventunesimo secolo che si possa trovare in arte, lettereatura o musica popolare. Tutto in una sola foto."

Ritratto di alex

Anne Graham, figlia del noto predicatore Billy Graham, fu intervistata in occasione del disastro delle Torri Gemelle (le Twin Towers) negli Stati Uniti. L’intervistatrice le chiese: “Come può Dio permettere che accadano cose come queste?” Anne diede la risposta che segue.

Per anni la nostra nazione ha detto a Dio di uscire dalle nostre scuole, di uscire dal nostro governo, e di uscire dalle nostre vite. Come possiamo ora aspettarci che Dio ci dia la sua benedizione e la sua protezione se gli abbiamo detto di andarsene?

Vediamo, credo che sia iniziato quando Madeline Murray O’Hara si lamentò che non si doveva pregare nelle scuole, e dicemmo va bene.

Poi qualcuno disse che nelle scuole non bisogna leggere la Bibbia (dopotutto la Bibbia dice non uccidere, non rubare, e ama il tuo prossimo come te stesso), e dicemmo va bene.

Poi il dottor Benjamin Spock disse che non dobbiamo castigare i nostri figli quando si comportano male, perché la loro personalità e la loro autostima potrebbero subire qualche trauma (eppure il figlio di Spock si suicidò). E noi pensammo che un esperto doveva ben sapere ciò che diceva, quindi dicemmo va bene.

Poi qualcuno disse che insegnanti ed educatori non devono disciplinare i nostri figli quando si comportano male. E i direttori di scuola imposero che non si alzasse neppure un dito per evitare di fare una cattiva pubblicità ai loro istituti (eppure c’è una bella differenza tra il disciplinare a scopo educativo, e il picchiare, umiliare, prendere a calci, ecc). E noi dicemmo va bene.

Poi qualcuno disse, permettiamo alle nostre figlie di abortire se vogliono, e che non debbano dirlo ai loro genitori. E dicemmo va bene.

Poi qualche educatore disse che i ragazzi sono ragazzi e dopotutto hanno bisogno di sfogarsi, quindi perché non dare ai nostri figli tutti i preservativi che vogliono, così possono spassarsela quanto gli pare, e non dovranno dire ai loro genitori che li hanno avuti proprio dalla scuola. E dicemmo va bene.

Poi qualcuno disse, stampiamo riviste con foto di donne nude e definiamolo “sano apprezzamento della bellezza del corpo femminile”. E dicemmo va bene.

E poi qualcuno fece un ulteriore passo e pubblicò foto di bambini nudi e andò ancora oltre rendendole disponibili su internet. E dicemmo va bene. Dopotutto, bisogna proteggere la libertà di espressione… E così l’industria dello spettacolo disse: allora facciamo anche dei film che promuovano irriverenza, violenza e sesso illecito, e incidiamo canzoni che incoraggino violenza, uso di droga, omicidio, suicidio e pratiche occulte. E dicemmo, dopotutto è solo sano divertimento, non può avere effetti negativi, e tanto nessuno prende sul serio queste cose, perciò facciamolo.

Ora ci stiamo chiedendo perché i nostri figli non hanno coscienza, perché non sanno distinguere il bene dal male, e perché non gliene importa nulla se uccidono stranieri, i loro compagni di classe, e se stessi. Probabilmente, se ci pensiamo a sufficienza, ci renderemo conto del problema. Ha molto a che fare con questo: “Raccogliamo ciò che NOI abbiamo seminato”.

Bizzarro come è semplice per la gente mettere nell’immondizia Dio e meravigliarsi perché il mondo sta andando alla rovina. Curioso come la gente crede a tutto ciò che dicono i giornali e invece contesta ciò che dice la Bibbia.
Bizzarro come ognuno vuole andare in paradiso ma al tempo stesso non credere, non pensare o non fare niente di ciò che dice la Bibbia.

Bizzarro come qualcuno dice “Io credo in Dio” nonostante che segua Satana il quale peraltro “crede in Dio”.

Bizzarro come tanti sono bravi nell’inviare via email migliaia di giochi che poi si propagano come incendi, ma quando voi cominciate ad inviare messaggi che parlano del Signore, la gente ci pensa due volte prima di farsi partecipe.

Bizzarro come il lascivo, il crudo, il volgare e l’osceno circolino liberamente su internet, mentre le discussioni pubbliche a scuola o sul posto di lavoro su Dio vengono soppresse.

Bizzarro come qualcuno possa scaldarsi tanto per Cristo la domenica, mentre è di fatto un cristiano invisibile durante il resto della settimana.

Meravigliosa testimonianza  Gesù  è  meravigliaglioso gloria  a Dio  .

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta